Vite al limite, una paziente ha subito violenza sessuale da ragazza Vite al limite, una paziente ha subito violenza sessuale da ragazza

Vite al limite, la grave violenza subita da Kirsten sconvolge anche Nowzaradan

Vite al limite ha visto protagonista Kirsten, una donna in sovrappeso che ha subito una gravissima violenza. Anche Nowzaradan ne è rimasto colpito.

A volte Vite al limite presenta storie molto forti di persone che hanno subito traumi pesanti nella vita e devono fare i conti con essi. Il pubblico si appassiona alla lotta di queste persone e fa il tifo per loro sperando che riescano ad avere la meglio. Ecco cosa è accaduto a Kirsten.

Vite al limite, una paziente ha subito violenza sessuale da ragazza
Vite al limite, la storia di Kirsten sconvolge anche il dottor Nowzaradan – Step1.it

Vite al limite illustra la situazione di tante persone che soffrono di obesità grave, una condizione che influisce sulla loro salute, sul lavoro, la socialità e condiziona anche la vita di chi è al loro fianco.

Certo, superare i propri problemi non è un’operazione semplice e non tutti i pazienti riescono ad arrivare alla fine. Alcune storie però infondono speranza in chi si trova nella stessa situazione e magari può seguire l’esempio di queste persone e chiedere aiuto. Ma cosa è accaduto a Kirsten? Ecco i particolari della sua vicenda.

Vite al limite ha vinto una difficile battaglia

Quando Kirsten Perez ha chiesto aiuto a Vite al limite pesava circa 300 kg e la sua mole le impediva di essere autonoma. I familiari infatti dovevano assisterla in tutto. Durante un confessionale l’allora 38enne aveva riferito di non essersi mai sentita abbastanza per il padre e aver sofferto il fatto di essere comparata al fratello.

Vite al limite, Kirsten ha dovuto superare una violenza sessuale
Vite al limite, Kirsten ha un triste passato- (Foto: Facebook Kirsten Perez) – step1.it

La protagonista della nona puntata della quinta stagione dello show non era molto fiduciosa nella possibilità di cambiare. Da giovane oltre a quello per il cibo aveva sviluppato altre dipendenze. Era stata dipendente da metanfetamine, acidi e altri stupefacenti.

La situazione si era ulteriormente aggravata quando a 17 anni aveva subito una violenza sessuale di gruppo. Il dottor Nowzaradan le ha imposto di vedere la dottoressa Lola Clay per risolvere i suoi problemi mentali. Quest’ultima le ha fatto capire che non doveva colpevolizzarsi per quanto accaduto in passato, punendosi col cibo e facendo binge eating.

Grazie al sostegno psicologico la paziente è riuscita a ottenere il bypass gastrico che l’ha aiutata a cambiare in modo radicale la sua vita, ritrovando anche il desiderio di migliorare. Alla fine del suo anno di cure Kirsten ha perso 80 kg ed è tornata a Washington come una donna nuova. Dalle ultime foto condivise sui social anni fa sembra in forma e soddisfatta di se stessa. Insomma è diventata un esempio per tutti coloro che desiderano intraprendere questo percorso e pensano di non farcela.

Impostazioni privacy