Cosa vedere a Firenze in 1 giorno Cosa vedere a Firenze in 1 giorno

Tour di Firenze in un giorno: cosa vedere?

Sono sempre di più coloro che scelgono Firenze come posto ideale dove trascorrere una giornata diversa e sicuramente molto piacevole. Si tratta di una delle città più belle d’Italia, dove si ha modo di toccare con mano l’arte e la storia, ma anche la tradizione enogastronomica, e tanto altro ancora.

Cosa vedere a Firenze in 1 giorno?

Un itinerario per girare Firenze a piedi in 1 giorno e scoprirne tutti gli immensi tesori non può non prevedere delle tappe in alcuni posti chiave: ecco tutto quello che occorre sapere.

Partenza dalla stazione Santa Maria Novella

Un itinerario di un giorno non può che partire dalla stazione ferroviaria Santa Maria Novella. Raggiungere Firenze in treno è la soluzione più pratica, senza andare incontro allo stress del traffico e soprattutto alla difficoltà del trovare parcheggio.

Non appena si esce dalla stazione, si ha subito modo di ammirare la splendida Basilica di Santa Maria Novella che, grazie alla sua maestosa facciata, è una delle chiese più belle cittadine. Al suo interno ci sono tante opere che risalgono al Rinascimento: un posto che vale sicuramente la pena visitare, pagando un biglietto di ingresso di pochi euro.

Successivamente, sempre muovendosi comodamente a piedi, ci si può spostare a piedi verso Piazza del Duomo, il simbolo della città di Firenze. Qui sorge il Duomo, meglio noto come Cattedrale di Santa Maria del Fiore. Si riconosce facilmente anche da lontano grazie alla cupola del Brunelleschi, pezzo d’arte incredibile. Per poter entrare nel Duomo è bene considerare che bisogna fare una fila abbastanza lunga, soprattutto nel fine settimana.

A pochi passi dal Duomo, sorge il Campanile di Giotto che è una rappresentazione tangibile dell’architettura gotica del Trecento a Firenze. Qui si può salire, percorrendo ben 414 scalini, ma avendo la possibilità di ammirare lo splendore della città dall’alto.

Proprio di fronte al Duomo, c’è il Battistero di San Giovanni che è una tra le chiese più antiche della città. La sua caratteristica principale è quella di essere del tutto rivestito di una serie di lastre di colore verdastro, con la copertura di una cupola. Anche in questo caso si parla di un’opera particolarmente cara ai fiorentini e che, da sempre, attira turisti da ogni parte del mondo.

Una volta vista la bellissima Piazza del Duomo con tutte le sue attrazioni artistiche e storiche, si può percorrere via dei Calzaiuoli. Qui sorgono una lunga serie di botteghe tradizionali e che fanno ripercorrere alcuni tratti della storia fiorentina. Si arriva così a Piazza della Signoria, al termine di una piacevole passeggiata.

Al centro di questa piazza sorge la maestosa fontana di Nettuno: bisogna sottolineare che questo è un luogo molto caro agli abitanti della città dato che in antichità esistevano una serie di torri. Qui vivevano Guelfi e Ghibellini, perennemente in conflitto tra loro.

Guardando dal lato opposto rispetto a quello citato attraverso cui giungere in questa piazza, si può ammirare il Palazzo Vecchio, che oggi è sede del Comune di Firenze. Inoltre, a pochi passi, c’è anche la Loggia dei Lanzi che aveva come obiettivo quello di ospitare ogni assemblea pubblica, ma che nel 1500 diventò invece lo spazio per esporre i capolavori scultorei.

Si arriva così a pochi passi dalla Galleria degli Uffizi, il luogo perfetto per chi ama l’arte. All’interno di questo museo sono conservate alcune tra le opere più importanti dell’arte italiana.

Si tratta di una possibilità che vale la pena cogliere per chi vuole immergersi nella bellezza di questa incredibile città. Nel momento in cui ci si dedica ad una visita agli Uffizi, si ha modo di vedere dal vivo dei quadri che probabilmente tutti avranno visto sui propri libri di scuola. Si rimane a bocca aperta a vedere opere del calibro della Venere di Botticelli o anche la Primavera dello stesso artista.

Tappa obbligata per chi ama l’arte e la storia, ma anche per chi non ha una grossa predilezione verso questi ambiti: non sarà affatto noiosa la visita di questo museo che permette di vedere pezzi di storia dell’umanità. Anche in questo caso è sempre bene mettere in conto una fila abbastanza lunga, benché si possa risparmiare un bel po’ di tempo prenotando il proprio ticket di ingresso direttamente online. Questo permette di saltare la fila ed entrare all’orario prenotato.

La visita della Galleria degli Uffizi richiede mediamente un’ora e mezza e sarà un tempo molto gradevole che chiunque potrà trascorrere senza annoiarsi.

Una volta terminata la visita in questo museo, ci si può incamminare sul Lungarno e ammirare il Ponte Vecchio. Questo luogo costituisce il simbolo eterno di Firenze, particolarmente caro ai turisti provenienti da ogni parte del mondo.

Questo ponte presenta una grossa particolarità, ovvero è quasi completamente chiuso ai lati. Solamente la parte centrale della traversata permette di avere una vista dell’Arno, mentre se si procede camminando si può vedere come sia impossibili vedere l’acqua. E lungo il Ponte Vecchio sorgono alcune tra le più importanti botteghe di orafi del mondo, costruite di proposito a sbalzo sul fiume, proprio come se possano cadere in acqua da un momento all’altro. Chiaramente questo non succede in quanto sono ben ancorate e costruite in totale sicurezza, proprio come dei normali locali commerciali.

La sera è il momento migliore per godersi una passeggiata romantica sul ponte Vecchio: le porte delle botteghe chiuse sembrano una sorta di forzieri antichi, contribuendo alla creazione di un’atmosfera particolarmente emozionante.

Passeggiando sul Ponte Vecchio, si arriverà al cospetto di Palazzo Pitti, edificio molto signorile della città di Firenze. Al suo interno si trovano i Giardini di Boboli. Viene considerato da sempre come il polmone verde della città di Firenze, non soltanto come un giardino semplicemente. Annoiarsi, anche in questo caso, sarà realmente impossibile per qualsiasi tipo di turista.

Una serata a Firenze: cosa fare

La città di Firenze ha tantissimo da offrire anche per quel che concerne le attività serali. Ci sono tanti locali in via De Neri, una di quelle che accoglie gli amanti della vita mondana. Qui sorgono posti particolari dove gustare un delizioso aperitivo a base di specialità toscane o anche una deliziosa cena.

C’è l’imbarazzo della scelta, per cui chiunque potrà trovare il posto giusto per i propri gusti. Impossibile non citare L’Antico Vinaio, attività storica di Firenze dove poter mangiare pane con salumi di Firenze, accompagnati sempre da ottimo vino locale. C’è anche La Prosciutteria, dove si ha modo di assaporare salumi toscani prelibati.

Chi, invece, preferisce maggiormente la birra potrebbe scegliere una tappa al Trip per Tre, locale che ha un’atmosfera basata prettamente sulla musica.

Bisogna poi evidenziare che ci sono anche locali dove poter ballare nelle ore notturne, come il Tenax, che offre dj provenienti da ogni parte del mondo.

Si può dunque affermare che visitare Firenze a piedi è possibile, anche se non bisogna mai perdere di vista i tempi e soprattutto quello che si ha intenzione di vedere.

Impostazioni privacy