Musei romagna Musei romagna

I musei più belli della Riviera Romagnola

Non solo vacanza di mare ma anche cultura: la Riviera Romagnola, conosciuta soprattutto per l’accoglienza e l’incredibile rapporto qualità prezzo ha molto più delle spiagge da offrire. Negli ultimi anni che il turismo è cambiato c’è stato modo di potersi accorgere delle bellezze artistiche e naturalistiche del territorio; già di rilevanza all’epoca dei Romani la zona ha numerosi musei archeologici che ne testimoniano il passato glorioso ma è anche una terra di cinema, cultura e molto altro ancora. Per questo motivo nel territorio sono tantissimi i musei e le attività culturali pensate per le famiglie. Se Firenze è conosciuta per essere la culla del rinascimento, la Riviera Romagnola non ha nulla da invidiare alla bellissima città toscana. Quali sono i musei più belli della Riviera Romagnola? Te lo sveliamo in questo articolo!

Museo della Città di Rimini

Il primo museo che ti consigliamo è quello della Città di Rimini: il percorso espositivo nel cuore del centro storico della località balneare nasce nel 1990 e ripercorre quella che è la storia della città. Il museo è intitolato a Luigi Tonini, fondatore del primo museo comunale e ospita il Lapidario Romano. Al piano terra si possono scoprire le opere dell’artista locale René Gruau e una sala dedicata a Federico Fellini. Salendo le scale al secondo piano si può invece visitare la pinacoteca con opere di artisti locali. Più recente, risale al 2010, è invece l’ala dedicata all’archeologia.

Museo Fellini

Il Fellini Museum è sicuramente uno dei più interessanti su territorio; apprezzato sia da grandi che da piccini vuole riportare l’attenzione sul cinema italiano. Si tratta di un polo museale diffuso che vuole raccontare quello che è stato il percorso di vita e artistico del grande regista Federico Fellini. Da Castel Sismondo a Palazzo Valloni fino alla Piazza Malatesta: attraverso queste tappe è possibile immaginare e rivivere la vita del Maestro del Cinema Italiano.

Museo del Territorio Luigi Ghirotti

Un museo interessante da visitare si trova a Riccione ed è quello del Territorio. Questo progetto racconta come Riccione esistesse già in epoca preistorica ma anche in epoca romana e lo fa attraverso un percorso diviso in epoche e zone. La visita vuole essere un vero e proprio viaggio nel tempo attraverso i reperti artistici e fossili trovati nella zona.

La Storia del Sic

A Coriano in provincia di Rimini si trova il museo intitolato “la storia del Sic”, si tratta di una esposizione dedicata al grande pilota Marco Simoncelli che ha perso la vita prematuramente durante una gara. Coriano, piccolo borgo dell’entroterra riminese, custodisce diverse bellezze ma viene visitato frequentemente proprio per questo percorso espositivo. Il pilota di Cattolica ha vissuto tutta la sua vita a Coriano che dopo la sua tragica scomparsa ha deciso di omaggiarlo con un percorso per rivivere la sua carriera. Se sei un appassionato di moto GP devi anche assolutamente vedere il circuito dedicato al pilota a Misano Adriatico. Noi, da appassionati di motociclismo abbiamo trascorso un weekend in questa deliziosa cittadina sul mare soggiornando in un hotel a Misano Adriatico 2 stelle che abbiamo trovato sul portale hotel-misano.net così da poter ripercorrere la carriera di uno dei nostri piloti preferiti e vedere anche una gara senza però spendere troppo.

Museo della Regina

Raggiungendo Cattolica consigliamo invece una visita al Museo della Regina: con una sezione archeologica in cui vengono custoditi reperti preziosi e unici, il museo conquista l’interesse di molti anche grazie alla presenza di una sezione etnoantropologica in cui viene trattato il tema della cultura materiale e immateriale del settore marittimo.

Museo delle Maioliche

Nel comune di Mondaino viene invece istituita una mostra permanente delle Maioliche Mondainesi. Grazie alla collaborazione tra collezionisti, studiosi e abitanti del luogo è stato possibile realizzare un museo in cui vengono esposte diverse opere d’arte a tema. Le maioliche realizzate in loco vengono raccontate attraverso un percorso per mostrare l’arte antica della lavorazione della ceramica.

MUSAS

Si trova a Santarcangelo di Romagna e nasce nel 2005. Il museo ha come obiettivo quello di valorizzare al massimo il patrimonio archeologico di questo territorio. Si trova all’interno della splendida cornice offerta da Palazzo Cenci nel cuore del borgo medievale di Santarcangelo di Romagna.

Grotte di Onferno

Nel cuore della Valconca sulle prime colline si trova Onferno, un piccolo borgo non troppo distante da Montefeltro. Se qui c’è chi racconta che Dante abbia trovato l’ispirazione per il suo Inferno, noi vogliamo invece raccontarvi della possibilità di visitare la Riserva Naturale Orientata conosciuta per le omonime Grotte di Onferno: questa tappa è apprezzata soprattutto dai bambini più coraggiosi che possono vedere da vicino la colonia di pipistrelli più importante della Regione. Sono ospitati qui oltre 6000 esemplari appartenenti a 6 specie differenti.

Museo del Sale a Cervia

Tra i musei da non perdere in Romagna c’è anche quello del Sale a Cervia. Conosciuto anche con il nome di MUSA si trova a due passi dalla Salina Camillone ed è qui che ancora oggi vengono prodotti circa mille quintali di sale ogni anno. Il museo ha lo scopo di raccontare l’artigianalità e il lavoro che c’è dietro al recupero e alla vendita del sale.

Impostazioni privacy