Le abitudini dei genitori che crescono bambini resilienti: consigli preziosi

Tirar su bambini resilienti, cioè capaci di affrontare le sfide della vita e di rialzarsi dopo ogni caduta, dovrebbe essere la missione di ogni genitore. Ecco i consigli per riuscire nell’impresa. 

La resilienza, la capacità di resistere alle avversità, è un’abilità essenziale per la vita. Ognuno di noi incontra lungo il cammino sfide, ostacoli, intoppi che potrebbero indurre a mollare la presa e arrendersi. Ma una persona resiliente è capace di affrontare qualsiasi insidia e di rialzarsi dopo ogni caduta. Quale genitore non vorrebbe queste “doti” anche per suo figlio?

come crescere bambini resilienti
Una persona resiliente riuscirà sempre a cavarsela. Ecco perché è bene sviluppare tale attitudine fin dalla tenera età. (Step1.it)

Una persona resiliente riuscirà sempre a cavarsela. Ecco perché è bene sviluppare tale attitudine fin dalla tenera età. Crescere dei bambini capaci di tener testa alle avversità della vita non è poi così difficile. Si tratta semplicemente di adottare una serie di accorgimenti e comportamenti. Vediamoli uno per uno.

La guida all’educazione di bambini resilienti

Le sane abitudini dei genitori intenti a educare dei bambini resilienti si possono condensare in 12 punti.

1) Dare l’esempio
Il modo migliore per insegnare la resilienza è dimostrarla, non semplicemente raccontarla. I genitori di bambini resilienti mostrano costantemente ai loro figli quanto sono forti non arrendendosi in tempi di crisi. Certo, versano una lacrima o due, ma non ricorrono all’autocommiserazione e alla negatività. Invece, si leccano le ferite, si alzano e provano di nuovo, sempre con un’espressione di coraggio sul volto e un atteggiamento positivo.

come crescere bambini resilienti
I figli sviluppano il coraggio di affrontare le sfide della vita se sanno di avere sempre un luogo sicuro in cui tornare. (Step1.it)

2) Far sentire i figli sicuri e sostenuti
Traumi e difficoltà possono rendere i bambini più “duri”. Ma, naturalmente, nessuno vuole procurare ai propri figli delle cicatrici solo perché si induriscano. Se vuoi tirarli su bene, devi farli sentire più sicuri e protetti. Ecco perché i genitori che crescono bambini resilienti predispongono un cuscino morbido su cui i loro pargoli possono atterrare se mai dovessero cadere. In questo modo, i figli svilupperanno il coraggio di affrontare le sfide della vita perché sanno di avere sempre un luogo sicuro in cui tornare. Più un bambino si sente sicuro, più diventa coraggioso e resiliente.

3) Insegnare la gratificazione ritardata
I genitori di bambini resilienti li abituano sin da piccoli a ritardare la gratificazione il più possibile. Insegnano loro a fare i compiti prima di uscire a giocare. Insegnano loro a scegliere ciò che sembra giusto invece di ciò che fa più comodo. Certo, non esagerano, perché sottoporre un bambino a eccessive privazioni ha conseguenze negative, a conti fatti.

4) Permettere ai figli di commettere errori, e molti!
Invece di assicurarsi che i figli non commettano errori, li incoraggiano a farne molti, purché non siano veramente distruttivi. Sanno che è il modo migliore per imparare. E, naturalmente, il modo migliore per essere un po’ più resilienti. Questo rende i bambini immuni al fallimento e inquadra quest’ultimo come una parte normale di qualsiasi sforzo, rendendoli più preparati per le sfide della vita adulta.

5) Lasciare che i loro figli capiscano le cose da soli
Anche se fanno sentire i loro figli sicuri e supportati, non esagerano. Non sempre si affrettano a salvare i loro figli al più piccolo segno di disagio o pericolo. Faranno invece del loro meglio per non intralciare il loro percorso di apprendimento. Permettono loro di sperimentare la vita con tutti i suoi piccoli e grandi inconvenienti… e lasciano che capiscano come uscire da qualsiasi pasticcio. Sanno che se fanno sempre le cose al loro posto, i figli non impareranno mai. E se li salvano sempre, non saranno mai resilienti.

6) Lodare il coraggio e la forza, non la perfezione
I genitori di bambini resilienti non sono troppo preoccupati dei risultati o di fare le cose per bene. Sono più concentrati sul carattere dei figli. Se il loro bambino ha fallito più volte, lo elogeranno per tutte le volte che ci ha riprovato. Per i genitori di bambini resilienti, è la capacità del bambino di risollevarsi e andare avanti che merita il più grande plauso.

7) Vedere le battute d’arresto come parte della vita
I genitori di bambini resilienti hanno normalizzato le battute d’arresto così tanto che è diventata una cosa scontata da affrontare. E se è qualcosa che non può essere risolto, passano al piano B, C, D, E… E se le cose effettivamente non si sistemano, lo accettano e vanno avanti.

8) Chiedere e chiedersi: “Qual è la lezione stavolta?”
Ogni volta che il loro bambino è nei guai, non lo rimproverano né si fanno prendere dal panico, ma colgono l’opportunità per un buon esercizio di resilienza. Insegnano ai figli come trasformare le avversità in una benedizione, cercando la perla di saggezza in ogni situazione. Chiedono e si chiedono sempre: “Cosa possiamo imparare da questa esperienza?”.

9) Insegnare ai loro figli tecniche auto-lenitive
Le sfide diventano molto meno impegnative se sappiamo come calmarci. Ed è per questo che i genitori di bambini resilienti introducono i loro figli alle tecniche auto-lenitive, incoraggiandoli a trovare quella più efficace per loro. Questo può avere un grande impatto su come vivono le sfide della vita.

10) Inculcare le capacità di problem solving
Tutti vogliamo essere capaci di risolvere i problemi, ma dobbiamo esserne capaci. I genitori di bambini resilienti approfittano di ogni occasione per inculcare tale attitudine. Ogni volta che si trovano ad affrontare una situazione difficile, chiedono ai loro figli: “Quali sono le possibili soluzioni?”, e li incoraggiano a trovarle e valutarle da soli.

11) Non vergognarsi per essersi arresi o aver chiesto aiuto
Resilienza non significa non arrendersi mai, anche se è la cosa più saggia da fare: quello è solo orgoglio. E sicuramente non significa rifiutare qualsiasi tipo di aiuto solo per dimostrare di essere forti. C’è forza nell’umiltà e nell’accettazione. E i genitori di bambini resilienti non dimenticano di ricordarlo ai loro figli.

12) Mostrare il lato morbido
Non aver paura di mostrarsi vulnerabili di fronte ai figli. Se ci sono problemi finanziari, ad esempio, non fingere che tutto vada bene. Anche le preoccupazioni vanno condivise. La vera forza non significa essere d’acciaio, ma essere disposti a combattere una battaglia giusta.

Impostazioni privacy