tassi d'omicidio in sud America tassi d'omicidio in sud America

Tassi d’omicidio da incubo: i numeri del Sud America mettono i brividi

C’è una zona del mondo in cui i tassi d’omicidio sono un vero e proprio incubo. Qui la criminalità la fa da padrona.

Alcune zone del pianeta sono caratterizzate da disparità economiche e da disuguaglianze che alimentano la criminalità organizzata, che gestisce i territori con la violenza e il terrore. In alcune parti del mondo, infatti, c’è un tasso di omicidi da incubo.

tassi d'omicidio in sud America: che dati
Tassi d’omocidio in Sud America – Step1.it

Basta dare un’occhiata ai numeri del Sudamerica per rendersi conto che determinate situazioni politiche e sociali favoriscono lo sviluppo della criminalità e del controllo del territorio. Il Brasile è uno dei paesi con più alto tasso di omicidi all’anno, ma in realtà tutto il Sud America non se la passa bene. Quali sono le ragioni che si nascondono dietro questa situazione così difficile? Diamo un’occhiata ai dati e analizziamo il Sudamerica tra passato e presente.

Tassi d’omicidio da incubo: il paragone con l’Europa

In Sud America troviamo una terra dalle potenzialità enormi che, però è anche ricca di contraddizioni. Si tratta di un territorio ricco sotto molti punti di vista. Basti pensare che è stato scelto per i mondiali di calcio e anche per le Olimpiadi. Eppure milioni di persone vivono al di sotto della soglia di povertà, all’interno di favelas e baraccopoli.

tassi d'omicidio: confronto Sud America - Europa
Scena del crimine – Step1.it

La storia di questi territori è stata caratterizzata da dittature militari e guerre civili che hanno innescato delle conseguenze terribili. Basti pensare al caso di desaparecidos sul quale, ad oggi, nonostante siano passati molti anni, ancora non che è fatta luce.

Un altro problema molto diffuso nei paesi dell’America Meridionale e la disparità economica che caratterizza la società. Nonostante, oggi, la maggior parte dei Governi siano delle democrazie che stanno facendo di tutto per incrementare l’economia, nei grandi centri urbani coesistono situazioni di grande disagio.

Tutto ciò non fa altro che alimentare la criminalità, che è caratterizzata da altissimi livelli di violenza. Basti pensare che il Brasile è uno dei paesi con il più alto tasso di omicidi, con una media di 21 omicidi all’anno ogni 100.000 abitanti. La situazione della criminalità nel Sud America è completamente fuori controllo, tanto da aver provocato il sovraffollamento delle carceri.

Sicuramente la situazione peggiore la si ritrova in Venezuela dove c’è un tasso di omicidi pari a 50 unità per ogni 100.000 abitanti. E la situazione è grave anche in Colombia, dove il tasso di omicidi è di 24 persone all’anno ogni 100.000 abitanti. La condizione migliore si registra in Argentina e in Cile dove il tasso di omicidi all’anno e rispettivamente di 5 e 4 unità ogni 100.000 abitanti. Mentre il Perù, l’Ecuador, la Bolivia e il Paraguay fanno registrare un tasso di circa 7/8 unità per ogni 100.000 abitanti.

La situazione in Europa

Per comprendere la gravità dei dati relativi al Sudamerica bisogna paragonarli con quelli dell’Europa. Ci sono delle zone dell’Europa in cui si registrano numerosi casi di omicidi e altre, invece, dove i dati sono decisamente più incoraggianti.

Per quanto riguarda il nostro paese possiamo tirare un sospiro di sollievo, perché siamo uno di quelli con il tasso di omicidi più basso: l’Italia è il 3° paese più sicuro. Ad ogni modo, i dati più preoccupanti si registrano nei paesi baltici, in particolare in Lettonia e Lituania. Qui i dati fanno registrare un tasso di omicidi pari a 4/5 unità all’anno per 100.000 abitanti.

Impostazioni privacy