Elena Fava Elena Fava

Elena Fava, figlia del giornalista Giuseppe ucciso dalla mafia

Elena Fava è stata eletta Presidente della Fondazione Giuseppe Fava nell’aprile del 2021. La Fondazione Giuseppe Fava è stata fondata nel 1992 per promuovere l’opera del giornalista, drammaturgo e scrittore italiano Giuseppe Fava, ucciso dalla mafia nel 1984. La Fondazione si occupa di conservare e valorizzare l’archivio di Giuseppe Fava, composto da libri, articoli, sceneggiature e documenti personali.

Elena Fava, figlia di Giuseppe Fava, ha sempre lavorato a fianco del padre e ha continuato a promuovere il suo lavoro dopo la sua morte. Ha svolto un ruolo fondamentale nella creazione della Fondazione Giuseppe Fava e ha lavorato per preservare e diffondere l’eredità culturale e artistica del padre. Inoltre, ha lavorato come produttrice cinematografica e ha prodotto diversi film basati sui libri e le sceneggiature di Giuseppe Fava.

La nomina di Elena Fava a Presidente della Fondazione Giuseppe Fava è stata accolta con entusiasmo dalla comunità artistica e culturale italiana. Il suo lavoro è considerato un importante contributo alla memoria storica e culturale italiana.

Fondazione Giuseppe Fava

La Fondazione Giuseppe Fava è una organizzazione no-profit italiana, con sede a Roma, che si occupa di promuovere la cultura e la memoria storica di Giuseppe Fava. Il fondatore, Giuseppe Fava, era un noto giornalista, scrittore e drammaturgo italiano, impegnato nella denuncia dei problemi sociali e politici del suo tempo. Nel 1984 è stato ucciso dalla mafia, in un attentato dinamitardo.

La Fondazione Giuseppe Fava è stata creata dalla figlia di Giuseppe, Elena Fava, insieme ad altri colleghi e amici del padre, con l’obiettivo di conservare la memoria storica di Giuseppe Fava e di promuovere la cultura e l’arte attraverso l’opera del padre. La Fondazione gestisce un vasto archivio di documenti, libri, articoli, sceneggiature, spettacoli teatrali e film basati sui testi di Giuseppe Fava.

La Fondazione organizza eventi culturali, mostre, incontri e spettacoli teatrali, per diffondere la cultura e la memoria storica di Giuseppe Fava e promuovere l’arte contemporanea. Inoltre, la Fondazione sostiene giovani artisti e scrittori, attraverso borse di studio e premi letterari.

Elena Fava, attuale presidente della Fondazione, ha continuato il lavoro del padre, diventando una produttrice cinematografica di successo, e ha prodotto diversi film basati sui libri e le sceneggiature di Giuseppe Fava. Elena Fava si è impegnata a preservare l’eredità culturale del padre e a promuoverla in Italia e all’estero.

Elena fava

Elena Fava Catania

Elena Fava è una produttrice cinematografica italiana, nonché la figlia del giornalista e drammaturgo Giuseppe Fava. Ha prodotto numerosi film e documentari, molti dei quali basati sulle opere del padre.

Dopo la morte di Giuseppe Fava, avvenuta nel 1984, Elena ha dedicato la sua carriera alla conservazione e alla promozione della memoria storica del padre e della sua opera. Ha fondato la Fondazione Giuseppe Fava, un’organizzazione no-profit che si occupa di preservare l’archivio di Giuseppe Fava e di promuovere la sua opera a livello nazionale e internazionale.

Tra i film prodotti da Elena Fava si possono citare “I pugni in tasca” di Marco Bellocchio (1965), “I cento passi” di Marco Tullio Giordana (2000), “Il sangue dei vinti” di Michele Soavi (2009) e “L’ordine delle cose” di Andrea Segre (2017).

Elena Fava ha ricevuto numerosi riconoscimenti per il suo lavoro nel campo della cinematografia e della cultura. Nel 2014 è stata insignita del Premio Fondazione Musica per Roma alla carriera e nel 2019 del Premio Flaiano alla Cultura. La sua attività di produttrice cinematografica e di promotrice della memoria storica del padre è stata molto apprezzata dalla critica e dalla comunità artistica e culturale italiana.

Impostazioni privacy